La Classificazione

Introduzione

Vantaggi

Informazioni
sul modello

Formato di scambio
dati prodotto e tool di consultazione

Introduzione

Introduzione

Vantaggi

Informazioni sul modello

Formato di scambio dati prodotto

Cos’è la classificazione di prodotto?
La classificazione di prodotto è semplicemente una tassonomia logica e inequivocabile dei prodotti in varie classi (categorie), creata in modo che tutti nel settore possano parlare di quei prodotti senza fraintendimenti. Il modello ETIM fornisce un elenco delle più importanti caratteristiche tecniche di ogni classe di prodotto, per descrivere e trovare i prodotti. Ogni classe ha svariati sinonimi, quindi trovare il prodotto corretto è molto più facile per tutti!

Utilizzo della classificazione
Una classificazione di prodotto uniforme non è di per se un prodotto finale così com’è. La classificazione di prodotto inoltre non è un software, un database di prodotto od un motore di ricerca. Queste sono applicazioni che utilizzano la classificazione di prodotto come base di partenza. La classificazione di prodotto offre quindi la struttura standardizzata per i dati riguardanti il prodotto, che possono essere scambiati in modo uniforme con uno standard comunicativo e che possono essere utilizzati in vari applicativi.

Validità
Con la graduale ma continua diffusione della classificazione di prodotto di ETIM, è emersa una diffidenza di fondo nella sua implementazione, dovuta alla paura della comparazione facilitata dei prezzi di prodotto.
Per quanto questo possa essere una paura fondata, d’altro lato è una dinamica già possibile grazie alle moderne tecnologie. Il prezzo di prodotto è però solo uno dei criteri di selezione del compratore: la qualità, l’affidabilità nella consegna, la reputazione del fornitore giocano tutti un ruolo importante per il cliente. Un fornitore capace di mettere a disposizione informazioni di prodotto anche elettronicamente, ne guadagna in visibilità, facendo risparmiare alle varie parti tempo e quindi denaro.

Vantaggi

Riduzione dei costi di gestione degli errori
L’errore nella gestione degli ordini è ridotta al minimo, rendendo possibile una diretta riduzione dei costi.

Maggiore efficienza comunicativa (interna ed esterna)
Con ETIM i dati sono standardizzati, automatizzati e abbinati direttamente e /o processati internamente in modo automatico. Ne scaturisce un risparmio di tempo e costi di gestione, data la mancata necessità di intervenire sulle eccezioni.

Migliora la qualità delle informazioni messe a disposizione agli utenti finali
Aggiornate, complete e corrette, le informazioni sui prodotti possono così essere condivise su tutta la filiera. Un servizio aggiuntivo, maggiore qualità dei dati, e meno errori.

Migliore logistica
Attraverso l’uso di ETIM è possibile una migliore gestione dell’ordine e della giacenza, consentendo una gestione della logistica più performante.

Possibile riutilizzo delle informazioni
I dati sono classificati con ETIM una volta solamente e possono essere utilizzati per più scopi, per una gestione ancora più efficiente del DB di prodotto.

Flusso di informazione uniforme
L’informazione di prodotto è fornita una volta sola dal produttore
..è inserita in un formato standard
..utilizzabile da tutti gli attori nella filiera
..lo scambio di informazioni è basato sullo stesso dato originario, in ogni direzione – da e verso il fornitore.
Essendo l’informazione di prodotto proveniente direttamente dal produttore, è sempre aggiornata, completa e corretta.

Ottimizzazione della gestione del catalogo
I dati sono indipendenti dal mezzo utilizzato, potendo così essere utilizzati in cataloghi basati su software con impaginazioni molto differenti, consentendo un risparmio notevole di tempo!

Interfaccia standard
Nell’imminente futuro, solo poche interfacce standard saranno necessarie per lo scambio di dati relativi al prodotto.L’adattamento continuo dei sistemi per lo scambio di dati (dovuti a nuove richieste) non sarà quindi più necessario.

Uno strumento di marketing
Attraverso ETIM è possibile organizzare le informazioni in modo targettizzato: le informazioni di prodotto sono così enfatizzabili con testi con un taglio marketing specifico.

Report efficaci per il management
La classificazione rende possibili le analisi statistiche. Le analisi di fatturato e strategia sono così possibili a livello di classi di prodotto.

Informazioni sul modello

Il modello di classificazione ETIM è creato utilizzando le seguenti categorie o entità:

• gruppi di prodotto

• classi di prodotto

• sinonimi (parole chiave)

• caratteristiche

• valori

• unità

Una panoramica schematizzata sul modello e le sue relazioni:

Model and its relations

Tutte le classi, le caratteristiche, i valori e le unità hanno un identificativo chiaro e univoco, che è indipendente dalla lingua usata; la descrizione delle entità invece varia a seconda della lingua utilizzata.

EntityIdentifier IDID exampleMax. length description
GroupEG + 6 digitsEG00001780 positions
ClassEC + 6 digitsEC00001680 positions
FeatureEF + 6 digitsEF00013880 positions
ValueEV + 6 digitsEV00014780 positions
UnitEU + 6 digitsEU00001515 positions (abbreviation e.g. mm)
80 positions (description e.g. millimetre)
SynonymNo ID-80 positions

Gruppi
Il modello ETIM è una classificazione su due livelli, che si compongono di gruppi e di classi di prodotto. I gruppi sono utilizzati per suddividere le classi. Ogni classe di prodotto è infatti assegnata ad un gruppo solo di prodotto. Comunque, ETIM è organizzato.
Il vero focus di ETIM è sulla definizione delle classi di prodotto e sulle loro caratteristiche.

Classi
Descrivono prodotti simili, accorpando anche prodotti di fornitori diversi. Tutte le classi di prodotto hanno la possibilità di specificare le caratteristiche tecniche dei prodotti all’interno delle classi, le caratteristiche di ogni classe sono ordinate a seconda della loro importanza e sono strutturate in modo logico (dimensioni, caratteristiche e dati elettrici)

Caratteristiche
Una caratteristica è composta esaustivamente da: descrizione, tipo di caratteristica, unità e/o valore.

Tipi di caratteristiche
A – alfanumeriche = lista di possibili valori (es: rosso, verde, lungo, corto)
L – logica = domande con risposta si/no (o vero/falso)
N – numerica = un valore numerico
R – range = range composto da un intervallo delineato da due valori numerici

Valore
Ad ogni specifica alfanumerica nelle classi di ETIM, è assegnata una lista prestabilita di possibili valori; l’ordine di questi valori dipende dalla lingua utilizzata. quindi la lista di valori della caratteristica “EF000007 – Colour” può essere diversa nelle classi di ETIM che la usano in lingue diverse.

Unità
Le caratteristiche numeriche e di range necessitano un’unità di misura che definisce la tipologia di valore indicata. Un’eccezione sono le caratteristiche tipo “numero di…”
Queste caratteristiche numeriche non hanno infatti necessità di un’unità di misura specifica.

Sinonimi
Spesso chiamati anche parole chiave,i sinonimi rappresentano  nomi alternativi per una classe di prodotto (ma non per un gruppo di prodotti), ed un riferimento a più classi di prodotto è possibile: infatti una classe di prodotto può avere più sinonimi, che non sono per forza legati tra loro. Un sinonimo infatti non ha un ID, ma è direttamente assegnato ad una classe ETIM (che dipende dalla lingua). L’organizzazione nazionale di ETIM è responsabile dei sinonimi nella lingua del paese di definizione degli stessi. Dato che non c’è ancora una versione di ETIM in un paese nativamente di lingua inglese (come la Gran Bretagna), Il Comitato Tecnico ha la responsabilità finale dei sinonimi nella lingua inglese, come della classificazione in toto.

Un esempio di una classe ETIM  che contiene tutte le caratteristiche rilevanti:

ETIM class example

Formato di scambio dati prodotto e tool di consultazione

Il modello ETIM è completamente uniforme, differenziandosi solo nella lingua adottata.Il formato di scambio per i prodotti classificati, che non va confuso con ……, è comunque definito dalle singole associazioni di ETIM.

ETIM International raccomanda lo standard BMEcat®, che è il formato di scambio più diffuso tra i paesi che hanno adottato ETIM. Lo standard BMEcat® è stato introdotto nel Novembre del 1999 in collaborazione con la BME e.V. (L’associazione della federazione tedesca per la gestione dei materiali, degli approviggionamenti e della logistica), come piattaforma universale indipendente dai produttori, per lo scambio di dati.

I cataloghi creati in questo formato generalmente accettato, impediscono la creazione di soluzioni ad hoc per clienti diversi.

Lo standard BMEcat® è oggi considerato come uno dei formati più diffusi tra chi fa ecommerce. Molte compagnie conosciute internazionalmente come American Express, AUDI, Bayer, BMW, Deutsche Bahn, Philips, Siemens, VISA, hanno preso parte all’iniziativa BMEcat®.

Comunque in alcune nazioni sono ancora in uso stadard di settore, a volte in aggiunta allo standard BMEcat®. Per avere informazioni relative a quale formato sia in uso in uno dei paesi ETIM, si prega di contattare gli uffici locali di ETIM.