top of page
  • Metel

ETIM 9.0 pubblicato nel bSDD: ottimizzazione del flusso di dati nel settore dell'edilizia

Dopo il rilascio nel dicembre 2022, ETIM International è lieta di annunciare la pubblicazione dell'ETIM 9.0 nel BuildingSMART Data Dictionary (bSDD). Si tratta di una pietra miliare sia per il modello ETIM che per buildingSMART in quanto promotori del cambiamento nella trasformazione digitale dell'industria degli asset di costruzione, ma come impatterà esattamente il settore? È il momento di parlare con Léon van Berlo, Direttore tecnico di buildingSMART International e Jeroen van der Holst, Direttore comunitario di ETIM International.


API ETIM - Facile processo di collegamento dei dati


La stretta collaborazione con le controparti di buildingSMART International dall'inizio alla fine è stata ovviamente determinante per la pubblicazione di ETIM 9.0 nel bSDD. Grazie all'API ETIM, l'ottenimento dell'ultima release si è rivelato un processo complessivamente agevole per il team di gestione del prodotto di buildingSMART. Dopo gli ottimi risultati dei test approfonditi relativi al caricamento nelle ultime due settimane del 2022, il suo contenuto è stato inserito con successo nell'ambiente live del bSDD.


Privilegiare il supporto ai progetti BIM


Van der Holst: "I modellatori BIM e altri ingegneri progettisti utilizzano quotidianamente il bSDD nei loro flussi di lavoro digitali. A nostro avviso, l'abilitazione all'uso della classificazione ETIM nei progetti BIM rappresenta un importante passo evolutivo in questo senso. Sebbene il nostro modello di classificazione dei prodotti si rivolga già a cinque settori diversi, riconosciamo pienamente che non si può progettare un progetto edilizio utilizzando esclusivamente il modello di classificazione dei prodotti ETIM. C'è ancora molto altro da coprire quando si considera l'intero progetto edilizio, comprese le strutture gerarchiche di dati o settori che non sono ancora coperti dall'ETIM. Il bSDD offre la possibilità di utilizzare diversi modelli di classificazione fianco a fianco da un unico gateway digitale. Essendo ben consapevoli del fatto che, con l'evoluzione dei prodotti, anche le classificazioni si evolvono, per noi è stato assolutamente sensato rendere prioritaria la pubblicazione dell'ultima release dell'ETIM nel bSDD".


Uno standard primario per il bSDD


Van Berlo: "Il bSDD consente un flusso di lavoro digitale uniforme, in quanto fornisce una struttura universale indipendente dai singoli contenuti dei domini coinvolti. Il suo principale vantaggio è che gli utenti possono ricercare simultaneamente tra diversi set di dati, dalle informazioni tecniche generali sui prodotti a set più di nicchia. Il valore dell'inclusione di ETIM è innegabile. L'ETIM non è solo uno standard di alta qualità, ma anche uno standard ampiamente utilizzato da produttori e grossisti. In quanto tale, offre un'elevata quantità di prodotti categorizzati, unica e indispensabile, e la conseguente opportunità di generare il massimo flusso di dati tra gli acquirenti - come installatori e appaltatori - da un lato e i suddetti produttori e grossisti dall'altro. Con il bSDD, facciamo un ulteriore passo avanti. Il dizionario dei dati colma il vuoto tra queste parti e le loro controparti di progettazione, con l'ETIM come uno degli standard principali che ci permette di introdurre più casi d'uso e flussi di dati migliori. "


Che cos'è il bSDD?


Il BuildingSMART Data Dictionary (bSDD) è un servizio online che ospita le classificazioni e le loro proprietà, i valori ammessi, le unità e le traduzioni. Il bSDD consente il collegamento tra tutti i contenuti del database. Fornisce un flusso di lavoro standardizzato per garantire la qualità dei dati e la coerenza delle informazioni.


I modellatori BIM utilizzano il bSDD per avere un accesso facile ed efficiente a tutti i tipi di standard per arricchire il loro modello. I gestori BIM utilizzano il bSDD per verificare la validità dei dati BIM. Gli utenti avanzati utilizzano i contenuti del bSDD per verificare la conformità, trovare automaticamente i prodotti del produttore, estendere l'IFC, creare specifiche di fornitura delle informazioni (IDS) e molto altro ancora.


Oltre ai sistemi di classificazione nazionali (Uniclass, Minnd, ecc.) e agli standard specifici per le applicazioni (ETIM, UniversalTypes, IfcAirport, ecc.), nel bSDD possono essere memorizzati anche standard specifici di progetto, nazionali e aziendali. La struttura interna può facilitare le pubblicazioni ISO 12006-3, ISO 23386 e Linked Data.


Scaricate il volantino o guardate questo video per saperne di più su come bSDD può migliorare la qualità e la produttività dei vostri dati.

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page