top of page
  • Metel

"La standardizzazione crea le condizioni per il successo nella tecnologia".

Oscar Deurloo, responsabile della standardizzazione e delle normative, illustra la nuova ETIM Global Industry Membership di Signify.


Recentemente Signify è entrata a far parte di ETIM International come Global Industry Member. Ma cosa ha spinto questo leader mondiale dell'illuminazione a farlo e con quali aspettative? Lo abbiamo chiesto a Oscar Deurloo, responsabile della standardizzazione e della regolamentazione di Signify e fresco membro del Comitato Tecnico ETIM.


Perchè ETIM è così importante per Signify da voler partecipare attivamente al suo ulteriore sviluppo?


La standardizzazione e la legislazione/regolamentazione sono i miei principali campi di interesse in Signify. L'ETIM è l'unico standard dei dati di prodotto che ha una posizione sul mercato. Questo, naturalmente, è importante per noi, poiché la standardizzazione è sempre stata fondamentale per il successo commerciale e l'accettazione sul mercato, dalle viti delle lampadine al buon funzionamento del Wi-Fi.

Sempre più clienti utilizzano ETIM. Fornire dati ai nostri clienti è un compito essenziale e un formato standardizzato come ETIM aiuta a ridurre lo sforzo, il tempo e la manodopera. Dopo tutto, dobbiamo elaborare i dati di una serie molto ampia e diversificata di prodotti. La standardizzazione ci aiuta. Non solo in termini di elaborazione efficiente, ma anche per quanto riguarda la qualità dei dati e la fornitura di informazioni rilevanti per i clienti. Collaborando con i principali attori della catena di fornitura, possiamo definire gli attributi che i nostri clienti comprendono e di cui hanno bisogno. Uno standard funziona a più livelli: i nostri clienti traggono ovviamente vantaggio dalla qualità e dall'uniformità che ETIM offre e consente alle parti di parlare la stessa lingua delle loro controparti. Siamo entusiasti di essere finalmente un Global Industry Member, perché ci dà l'opportunità di influenzare positivamente la qualità dello standard in modo diretto. Per noi è importante perché, in termini di standard di prodotto, ETIM è l'unico standard aperto nel nostro settore per quanto riguarda lo scambio di informazioni sui prodotti.


Guardando ad ETIM in generale, quali sfide ritiene debbano essere affrontate ora?


L'integrazione degli aspetti della sostenibilità è una sfida. Non solo i nostri grossisti e i loro clienti richiedono sempre più prodotti sostenibili, ma hanno anche bisogno di attributi che lo indichino. La sostenibilità ci verrà imposta anche dalla legge. Ne consegue che dobbiamo fornire ai nostri clienti informazioni sulla sostenibilità dei nostri prodotti e prepararci alle future normative sulla sostenibilità. Contribuire all'incorporazione di questi attributi di sostenibilità nel modello ETIM è uno dei motivi per cui Signify è diventata Global Industry Member. Essendo un'azienda leader nella sostenibilità, vogliamo assicurarci che i nostri clienti abbiano accesso non solo a prodotti sostenibili realizzati in modo sostenibile, ma anche ai dati sulla sostenibilità dei nostri prodotti. È un viaggio che riguarda tutti i membri di ETIM, credo, e non vediamo l'ora di condividere le nostre idee e collaborare strettamente con loro lungo il percorso.


Quali sfide vede nel suo settore?


Un altro importante motivo che ci ha spinto a diventare Global Industry Member riguarda gli sviluppi nel campo dell'illuminazione. Il progresso della tecnologia LED all'inizio del millennio è stato davvero rivoluzionario e ha avuto un grande impatto sul settore dell'illuminazione. L'illuminazione basata sulla tecnologia LED ha un grande potenziale di risparmio energetico, non solo perché è più efficiente: consente anche un controllo più semplice dell'illuminazione tramite comandi intelligenti, sensori ecc. Poiché i proprietari degli edifici cercano prodotti che soddisfino le loro esigenze di monitoraggio dei consumi energetici, di rilevamento dei difetti e così via, e i gestori dell'illuminazione stradale vogliono essere in grado di vedere come funziona la loro illuminazione stradale senza lasciare la loro scrivania, le funzioni "intelligenti" come la dimmerabilità, le opzioni di controllo/monitoraggio, la programmabilità e le opzioni di connettività devono essere descritte nell'ETIM. La maggior parte di esse è stata incorporata in molte classi di illuminazione, ma alcune classi devono essere ampliate.

L'illuminazione sostenibile è il passo successivo, importante e complicato. Dobbiamo discutere quali proprietà sono determinanti e cosa significano in diverse circostanze. Per fare un esempio, l'impronta di carbonio di una lampada può variare da un luogo all'altro a seconda della fonte di energia utilizzata per generare elettricità, ad esempio fossile o idroelettrica. In breve, dobbiamo aggiungere una dimensione completamente nuova al modello, mitigando al contempo il rischio di aggiungere così tante variabili che lo standard perderà presto la sua funzione. Come esattamente, non ne sono ancora sicuro. Tuttavia, so che dobbiamo considerare con molta attenzione la rilevanza per il mercato e mantenerlo semplice: alla fine, si tratta di dare ai clienti l'opportunità di confrontare gli aspetti della sostenibilità dei prodotti su una base di parità. Abbiamo fatto molta strada, ma ora è il momento di assicurarci di offrire le informazioni esatte di cui i clienti hanno bisogno per scegliere con saggezza.


Che cosa la affascina della standardizzazione?


Nel corso della mia carriera professionale sono diventato sempre più consapevole del fatto che la standardizzazione crea le condizioni per il successo dell'azienda. In ingegneria, è un prerequisito per lo sviluppo di nuovi prodotti in generale, così come è fondamentale per garantire la sicurezza dei prodotti. In qualità di responsabile della standardizzazione e delle normative di Signify, il mio compito principale è quello di supportare i miei colleghi nel successo dei loro sforzi. Cerco di condividere queste conoscenze, partecipando attivamente alla definizione del modello ETIM. In qualità di Global Industry Member, ora possiamo operare a livello internazionale ETIM e contribuire allo sviluppo dello standard.la standard.


In qualità di Global Industry Member, avete a cuore gli interessi di Signify, ma beneficiate anche di ETIM come standard indipendente. Si tratta di motivazioni contrastanti?


Gli interessi di Signify e di ETIM sono gli stessi: vogliamo che lo standard ETIM sia in grado di mostrare le caratteristiche del prodotto nel modo giusto. Non abbiamo interesse a creare uno standard su misura per i prodotti Signify, perché non è nell'interesse dei nostri clienti. Vogliamo e dobbiamo che il modello funzioni bene per tutti, oggi e in futuro. Siamo il più grande operatore nel settore dell'illuminazione e questo comporta delle responsabilità nei confronti di ETIM nello sviluppo di uno standard a prova di futuro.


Quali sono i vostri principali obiettivi per il prossimo anno?


Tra un anno spero che avremo incorporato nuove funzionalità di illuminazione in ETIM 10.0, in modo che siano visibili ai nostri clienti. Inoltre, mi aspetto che avremo una strategia per gestire la sostenibilità in ETIM.

6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page